ASACOM-mancata assistenza specialistica all’autonomia e comunicazione

ASACOM-mancata erogazione del servizio di assistenza specialistica all’autonomia e comunicazione
ad alunni con disabilità certificata ai sensi dell’art. 3, c. 3, L. n. 104/1992

E’ trascorso un mese dall’inizio dell’anno scolastico, ma gli studenti con disabilità sono costretti a
seguire le lezioni senza il supporto degli Assistenti all’Autonomia e alla Comunicazione. Come ogni anno, dunque, agli studenti con disabilità delle scuole di ogni ordine e grado, viene negato il pieno diritto allo
studio sancito dalla Costituzione italiana, dalla Convenzione ONU, dalla legge n. 104/1992, dal D.Lgs. n. 112/1998, dalla Legge n. 328/2000, dalla Legge n. 56/2014, dalla Legge n. 208/2015 e dal D.Lgs. n. 66/2017, nonché dalle leggi regionali in materia di diritto allo studio.
La First (Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità) chiede alle amministrazioni regionali e provinciali :
• di avviare, il prima possibile, il servizio di assistenza specialistica scolastica ed extrascolastica per
gli alunni con disabilità sensoriali, psico-fisiche e con autismo, così come sancito dalla normativa delle
leggi vigenti;
• di provvedere a stanziare fondi adeguati che garantiscano la copertura dell’intero anno scolastico;
• la convocazione immediata di un tavolo tecnico con le associazioni di tutela del diritto allo studio
degli alunni con disabilità, relativo alle problematiche del servizio di assistenza specialistica
scolastica.
A tal proposito, la Federazione mette a disposizione su https://firstfederazione65.it/gruppi-di-lavoro/asacom/ un modello di diffida fruibile e gratuito da indirizzare alle regioni e/o alle città metropolitane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.